Facebook studia una propria criptovaluta?

Virtuale ma valore stabile, minaccia a carte di credito

Secondo indiscrezioni in rete e sperando che non si tratti nuovamente di fake, pare che Facebook stia pianificando un sistema di pagamento basato su criptovaluta.

Il sistema, vista la diffusione mondiale di Facebook, potrebbe essere utilizzato da miliardi di utenti in tutto il mondo. Lo rivela il Wall Street Journal, secondo il quale sono emersi alcuni particolari molto interessanti. Il nome in codice del progetto dovrebbe essere Project Libra.

Il sistema sarebbe basato su una moneta digitale simile al bitcoin, ma con la sostanziale differenza che avrebbe un valore stabile. Le criptovalute risentono fortemente della volatilità del prezzo e di conseguenza delle fluttuazioni del valore molto significative.

Con questo sistema,a farne le spese potrebbero essere proprio le carte di credito. Infatti il sistema  proposto da Facebook non imporrebbe le commissioni che invece le carte di credito ultime hanno.

Sempre secondo le fonti, Facebook starebbe valutando la posibilità di integrare in questa operazione di pagamento alcune reti già consolidate quali Visa e Mastercard.

Dopo l’integrazione di PayPal nell’app Messenger, il successivo step potrebbe essere quella di integrare direttamente il nuovo sistema di pagamento nell’app di messaggistica in modo da rendere ancora più integrati i due sistemi.

Sempre secondo le fonti, Facebook starebbe “reclutando” società finanziarie e negozi online per lanciare il progetto. Il social network potrebbe anche elaborare un metodo per invogliare gli utenti a utilizzare la nuova funzione.

A onor del vero da parte di Facebook, di tutto questo si afferma che si sta facendo unicamente una valutazione del progetto.